Legame fra ghiandole e archetipi di Milena Cattini Naturopata

I pianeti.. dall’universo al nostro corpo, l’uomo come riflesso del sistema solare

 

La simbiosi fra astrologia e medicina esiste dall’inizio dei tempi, l’idea che i pianeti fossero esseri viventi era già presente nel primo medioevo e si connetteva a svariati processi di identificazione tra pianeti e dei.

La tradizione caldea, la religione egizia, la filosofia greca , furono di grande influenza in questo

verso; la dottrina del macrocosmo-microcosmo fornisce un’immagine simbolica dell’uomo come specchio dell’universo, l’essere umano è un riflesso miniaturizzato del sistema solare, ogni parte anatomica corrisponde ad un segno e ad un pianeta.

Quindi l’uomo è al centro dell’universo, l’universo stellare è l’essenza della forma e delle funzioni vitali dell’uomo.

Gli antichi egizi individuarono nei 7 geni planetari la corrispondenza della tradizione degli archetipi (sequenza caldaica).

I pianeti che si vedono a occhio nudo, ancora oggi, sono in correlazione analogica con le ghiandole endocrine del corpo e anche con i centri energetici chiamati chakra.

Essi sono Saturno, Giove, Marte, Sole, Venere, Mercurio e Luna, essi non rappresentano solo i corpi celesti ma sono l’origine, la forza, l’espressione del nostro essere supremo, essi sono gli Archetipi.

Sette come il numero della manifestazione divina, le sette note, i sette arcangeli, i sette chakra, sette è sacralità-perfezione-completamento.

Gli archetipi planetari si esprimono su vari piani, piano spirituale, piano psichico, piano energetico e piano fisico.

L’uomo porta in se tutti gli elementi del cosmo e la sua divinità risuona nelle sue sette funzioni, nel suo sistema ormonale, costituito dalle sette ghiandole endocrine le quali sono sede di vita.

Il sistema endocrino pur essendo costituito da più parti lavora all’unisono, è uno e unico.

I sette Dei riversano le loro secrezioni nell’intima linfa che connette il corpo intero, il sangue. Il sangue è colui che trasporta l’informazione divina, è il profeta della vita.

Le ghiandole a secrezione interna non appartengono del tutto al corpo denso, ma sono ausiliarie del corpo vitale e si sviluppano e si cristallizzano, nella misura necessaria per poter realizzare un certo tipo di lavoro speciale.

L’apparato endocrino è costituito da un insieme di ghiandole che producono ormoni atti a regolare il metabolismo, la crescita, lo sviluppo e l’attività sessuale.

Il termine ormone deriva dal greco e significa mettere in movimento, stimolare, è un codice comunicativo con cui il corpo informa se stesso di ciò che sta accadendo e che dovrà accadere.

La sua funzione è quella di cambiare lo stato fisico della materia, di mediare il passaggio dell’energetico al materiale, praticamente un tramite tra spiritualità e fisicità.

Il nostro corpo, il suo allungarsi, allargarsi, restringersi, femminilizzarsi, mascolinizzarsi, ovvero tutto ciò che riguarda la forma del corpo riguarda il mondo ormonale.

Da un punto di vista simbolico, il corpo sembra essere una forma intorno al centro, il fuoco, la cui forza viene utilizzata in modo armonico grazie agli ormoni.

La sequenza caldaica illustrata qui sotto non si limita ad una anatomia organica, bensì espone una melodia di spirito psiche e materia che s’intrecciano simultaneamente, dando origine a ciò che vi è di più elevato.

Così ogni archetipo, oltre a rappresentare un pianeta, lo troviamo con le stesse funzionalità celesti nel sistema endocrino e psichico dell’uomo.

Nello stesso modo li troveremo in natura, incarnati nei metalli, rocce, vegetali e animali.

Saturno (principio di conservazione, freddezza, lentezza, elemento terra,metallo piombo) – ghiandola Epifisi Giove (potenza, comando, vitalità, maturazione, elemento aria, metallo stagno) – ghiandola Ipofisi/Ipotalamo Marte (volontà, azione, impulsività, conquista del mondo esterno, elemento fuoco, metallo ferro)-ghiandola Tiroide Sole (generatore vitale, fuoco in espansione, quinto elemento, metallo oro) – ghiandola Timo/Cuore

Venere (femminilità, sensualità, forza che attrae, fertilità, elemento aria, metallo rame) – ghiandole Surrenali Mercurio (comunicazione, velocità, mediatore, elemento aria, metallo mercurio) – ghiandola Pancreas

Luna (femminilità, forte influsso sulla natura e sull’uomo, elemento acqua, metallo argento)- ghiandole Gonadi