Le Viole e la Mente

violetta

Le VIOLE e le MENTE
Fin dall’inizio dei tempi alla comparsa dell’uomo sulla Terra, le Erbe e le Piante hanno accompagnato il cammino degli esseri viventi, uomini ed animali  durante l’avventura della vita. Le proprietà terapeutiche delle Piante da sempre conosciute dalle donne che, un tempo venivano definite “Streghe”, sono ora riconosciute dalla scienza erboristica e fitoterapica.
I primi a diffondersi sul nostro pianeta sono stati i Licheni, in seguito sono nate le Betulle, Ontano, Nocciolo, Tiglio, Olmo, Faggio e Abete. Queste energie antiche hanno aiutato e sostenuto a livello vibrazionale e fisico, le esigenze curative di quel tempo. Sono poi arrivati i Rovi e Spinose ed ancora più tardi , Mirtilli ed Erica. Ora, nella nostra epoca , sicuramente la più caotica e frenetica  che la storia umana abbia mai vissuto, dove lo Spirito è stato completamente dimenticato e la sofferenza dell’Anima urla la sua disperazione, ancora una volta l’amore delle piante ci viene in aiuto. Nascono in onore nostro le Viole e le Mente che, con la loro frequenza vibrazionale vanno a porre rimedio la’ dove l’uomo ha creato solo vuoto, disarmonia e distacco dalla parte sua più vera: Sè stesso!

LA VIOLA:
La Viola è una piccola pianta delicata con colori soavi ma, decisi. E’ sempre stata uno dei fiori più amati e stimati dall’uomo.
Sul piano fisico viene principalmente usata, come disintossicante per le malattie della pelle : acne, eczemi,dermatite atopica, psoriasi. Validissimo rimedio nel far fronte a reumatismi,  artriti e fragilità capillare. Si usa in capsule, estratti, infusi e tintura madre.
La vibrazione della Viola sul piano energetico/spirituale, va ad elevare il suono energetico completando il valore dell’incontro di unione , con il cuore.
E’ fonte di saggezza di natura Spirituale, porta stabilità, autorità, eternità, poteri soprannaturali.
Il suo profumo trasmette vibrazione che, aumenta il coraggio per affrontare conflitti esterni. L’energia racchiusa nella foglia, è favorevole al concepimento e alle nascite. La parte centrale viene considerata il consolidamento universale e compone l’equilibrio tra le due forze ancestrali  opposte: Luce ed Ombra, l’eterno movimento a cui l’uomo ha dovuto sottostare. Lo stelo funge da struttura unificata ed eretta verso il cielo. La Viola possiede la stessa nota vibrazionale profonda ma leggera che viviamo, quando sentiamo suonare un violino che non a caso, si chiama con lo stesso nome.
Queste vibrazioni lavorano sulla parte mediale del detonatore acustico , dispositivo innato, che serve per fortificare l’azione innescata da tale vibrazione.
Alzare la vibrazione permette all’inconscio di ristabilire l’incontro con la parte perfetta: il Sè Superiore.
L’influenza di queste armonie, aiutano a sciogliere blocchi anaffettivi vissuti in simbiosi propulsiva di amori negativi, esalta l’entusiasmo che la troppa malinconia tiene basso e porta equilibrio nella disarmonia che l’angoscia procura. La Viola ha una notevole influenza benefica sulla sessualità vissuta da sempre con grande negazione degli istinti umani, possiede infatti la capacità di unificare nell’uomo , tutte le parti che la compongono. Le Viole usate nel tempo , sono comunicazione con Dio.

A seguire , le Mente.

Lorella Ferrari